Comitato Difesa Salute & Ambiente – Brescia

Articoli con tag ‘Discarica Castella’

Discarica Castella…non decida la Provincia…

…la Provincia di Brescia si faccia da parte e rimetta la delega per questa istanza alla Regione Lombardia che in passato si é dimostrata più sensibile ai principi di tutela del territorio e dei suoi abitanti…

https://www.bresciaoggi.it/territori/hinterland/castella-3-il-codisa-in-pressing-sul-broletto-1.8608394

…chi non molla….si rivede…Garda1 ci riprova

un progetto fotocopia di quello della Castella 2, appena bocciato dal Consiglio di Stato perché localizzato in un contesto territoriale già pregiudicato a livello ambientale e sottoposto
a fattori di rischio e di pressione fortemente impattanti…Garda1 ci riprova chiedendo una nuova autorizzazione…il NO assoluto del Codisa espresso in un comunicato agli organi di stampa…

Discarica Castella 2 – Il Sindaco di Brescia chiede di discuterne in Provincia con i comuni proprietari di Garda Uno

Comunicato Co.Di.S.A.

sulla discarica “La Castella”

Richiesta tavolo provinciale con i comuni proprietari di Garda Uno

Apprendiamo con soddisfazione dall’assessore all’ambiente Miriam Cominelli che il comune di Brescia ha dato seguito alla nostra richiesta di aprire un tavolo di confronto presso la Provincia di Brescia per discutere con i comuni proprietari di Garda Uno la questione della discarica “La Castella” limitrofa al quartiere di Buffalora.

Infatti il Co.Di.S.A. dopo aver incontrato il comune di Rezzato, Castenedolo, Borgosatollo e raccogliendo il loro assenso alla costituzione del tavolo si è presentato ai vertici del capoluogo per richiedere di farsi carico di una richiesta ufficiale (lettera del 1/12/2018).

Ricordiamo che questa discarica autorizzata nei mesi scorsi dalla Provincia di Brescia prevede il sotterramento di quasi 1 milione di mc di rifiuti speciali. La discarica aggiunge molestie e insalubrità ai cittadini di questo territorio già molto provati dalle attuali criticità, limita l’espansione del Parco delle Cave e impedisce il progetto di ripristino a verde di un area post escavazioni.

Ricordiamo che il CODISA si è già fatto carico di percorrere la via giudiziaria costituendosi “ad adiuvandum” nel ricorso al TAR presentato dal comune di Rezzato.

Oltre alla via giudiziaria riteniamo comunque si debba percorrere sempre anche quella politica per analizzare e discutere soluzioni alternative alla realizzazione di questa discarica.

Auspichiamo un tavolo di concertazione dove la discussione politica tra gli enti vada nella direzione di trovare quell’equilibrio tra interessi economici e interessi della pubblica salute nel rispetto della preservazione dell’ambiente.

Chiediamo quindi ora al presidente della Provincia che si faccia sollecitamente carico di questa richiesta arrivata dal capoluogo, sollecitata dai cittadini e sostenuta dai comuni contermini interessati.

Il Presidente
Galeazzo Galeazzi

Coordinatore Sezione Buffalora
Francesco Venturini

Brescia, 21 gennaio 2019